Proximity marketing: come funziona

proximity marketing

Tecnica di marketing che agisce in una determinata area geografica con lo scopo di promuovere servizi. Così si presenta il proximity marketing che tradotto letteralmente significa marketing di prossimità. Capire come funziona questo strumento richiede qualche nozione da imparare per chi di tecnologia non è troppo esperto, come del resto necessita qualsiasi altro elemento legato a internet e ai non addetti ai lavori. 

La sua caratteristica principale è chiara e legata al fatto che non sia rivolto a un determinato gruppo di utenti, ma a chi si trova in una precisa area geografica dove ci sia la possibilità di avere un dispositivo che permetta l’inizio di una conversazione. Gli smartphone sono gli strumenti più preziosi in questo senso. Si tratta, in parole più semplici, della pubblicità che negli anni passati e da sempre veniva realizzata da volantini e locandine e che oggi si è inevitabilmente evoluta. Questo tipo di pubblicità, infatti, con l’avvento delle nuove tecnologie e di internet passa attraverso il proximity marketing che trova spazio in molti contesti come le fiere con le mappe degli stand, i cinema con i trailer, i concerti con i video musicali, i centri commerciali con i buoni sconto, ma si potrebbero citare molti altri contesti e strumenti. 

La nuova frontiera del marketing digitale sfrutta, quindi, il gps degli utenti per inviare loro messaggi multimediali e comunicare così offerte e promozioni di prodotti e servizi delle aziende. Un meccanismo semplice ed efficace. Ecco come funziona il proximity marketing che si può considerare anche un modo utile per rilanciare punti vendita e attività che non navigano in buone acque soprattutto a causa dell’avvento dell’e-commerce, modalità di acquisto sempre più utilizzata dagli utenti di tutto il mondo perché più rapida e comoda. Con un semplice click la merce arriva direttamente a casa eliminando così il pensiero di dover trovare un attimo libero durante la giornata sempre occupata da lavoro e cose della vita di tutti i giorni da sbrigare. Gli acquisti online risolvono questo problema, ecco perché in poco tempo sono riusciti a ritagliarsi un’ampia fetta di consumatori sempre più convinti che lo shopping online non soltanto sia comodo e rapido, ma anche conveniente considerate le numerose promozioni che la rete propone periodicamente.

Per raggiungere l’obiettivo fidelizzazione (il principale) le aziende possono attivare programmi di fedeltà, elementi sui quali si puntano molte aspettative. Un altro vantaggio di questo tipo di marketing è essere fondato sugli effettivi bisogni e necessità dei consumatori, per questo consente di creare un contatto personalizzato e rafforzare così il rapporto con il cliente. Alla sua base c’è il fatto di spostarsi insieme al cliente ovunque vada, anche da questo il suo nome che si riferisce proprio alla prossimità dell’utente. I contenuti vengono inviati agli smartphone degli utenti attraverso i beacon, dei dispositivi hardware che forniscono segnali bluetooth in grado di comunicare con tutti i device di ultima generazione. Questi possono essere posizionati negli store per intercettare i potenziali consumatori dentro al negozio o in prossimità. Se si considera che oggi ormai quasi nessuno è sprovvisto di smartphone l’efficacia del proximity marketing non è difficile da intuire.