Smartwatch, perché è indispensabile

smartwatch

Il mercato dei dispositivi wearable si sta arricchendo sempre più con nuovi modelli di smartwatch Android. Ma un comune mortale trova molti vantaggi da un dispositivo di questo tipo? Come avviene con tantissimi oggetti tecnologici, finché non li si prova non si capisce quanto siano utili e, dopo poco tempo dall’acquisto, ci si chiede come sia stato possibile farne senza per così tanto tempo. Oggi sono disponibili tanti diversi modelli di smartwatch android, la scelta è complessa anche perché non tutti gli orologi svolgono le medesime attività.

A cosa serve uno smartwatch

In un qualsiasi negozio di oggetti tecnologici si possono trovare vari modelli di smartwatch. Tra i più venduti ci sono quelli abbastanza costosi, che hanno l’aspetto di un comune orologio da polso. Il comune mortale in genere sfrutta questo tipo di oggetto per visualizzare sul polso una serie di informazioni, in genere provenienti dal suo smartphone. Ad esempio gli SMS e i messaggi in arrivo, senza bisogno di recuperare il telefono dalle tasche. Il quadrante del telefono è infatti in realtà un display altamente tecnologico, che ci permette anche di svolgere alcune funzioni direttamente dall’orologio, munito di sistema operativo, processore e memoria interna. Una buona parte dei modelli di smartwatch oggi in commercio sono dotati anche di una serie di funzioni che riguardano il fitness, come ad esempio il GPS per mappare gli allenamenti in tempo reale, il sensore per il battito cardiaco, il rilevatore di qualità del sonno o altri tipi di dispositivi di questo genere.

Un orologio con qualcosa in più

In pratica uno smartwatch è un semplice orologio, che possiede una serie di opzioni aggiuntive. Chiaramente non tutti i dispositivi sono uguali, alcuni sono privi di quadrante e permettono esclusivamente di valutare il movimento del braccio che li indossa, altri invece possono sfruttare al meglio Android Wear, con tutte le opzioni messe a disposizione da questo sistema operativo. Nel mezzo ci sono una serie di smartwatch pensati più per il fitness, magari anche adatti ad essere usati in piscina, o per l’uomo d’affari, dall’aspetto sobrio ed elegante. Una differenza tra i diversi modelli è sicuramene te il prezzo. Oggi per avere un buono smartwatch si devono spendere almeno 100-150 euro, ma raddoppiando la cifra si ottengono dei veri gioiellini della tecnica, multifunzione e adatti in tutte le situazioni. Se fino a qualche anno fa gli smartwatch erano poco più di oggetti adatti ad incuriosire la gente, oggi si tratta di dispositivi molto comodi, provatene uno, non riuscirete più a farne a meno.