Editor video per Mac: le 4 migliori opzioni

mac

In passato, l’editing video era qualcosa per pochi, ma adesso, con l’ascesa di YouTube e di altri social video, non è più esclusiva dei professionisti.

Siccome i video hanno assunto un ruolo importante nelle vite di molte persone, ottenere un buon editor video è importante. Gli utenti Mac hanno molte opzioni disponibili, ma non tutte sono eccezionali. Di seguito, le quattro migliori su cui puntare.

iMovie

Chi non ha tanta pratica con il montaggio video, dovrebbe iniziare con iMovie. Questo software è gratuito e combina la facilità d’uso con funzionalità abbastanza avanzate. Non modificherà certamente film, ma per chi vuole cercare di uplodare un video velocemente su YouTube, iMovie fa un buon lavoro. Inoltre, considerando che l’applicazione è disponibile per iOS, si può modificare un video appena girato direttamente sul dispositivo Apple. iMovie gestisce anche filmati 4K.

Final Cut Pro X

Se iMovie dà l’impressione di essere troppo limitato, Apple offre un’altra opzione: Final Cut Pro X, di fattura superiore, più facile da usare rispetto ad altri editor video e abbastanza potente da essere utilizzato anche dai professionisti. Il software possiede tutto il necessario per organizzare, tagliare e finalizzare i video. Non è gratuito, ma costa meno di altri software uguali. Quanto? 2,99 euro.

Adobe Premiere Pro

Adobe Premiere Pro è uno strumento molto familiare per i professionisti del video editing. A differenza di Final Cut Pro X, che utilizza il proprio stile di interfaccia, il layout di Premiere Pro è più simile a quello di altri editor video.

A differenza di Final Cut Pro X, Adobe Premiere Pro non puoi essere acquistato, ma disponibile solo come parte di un abbonamento. Per abbonarsi, si devono pagare 20,99 euro al mese oppure ottenere l’intera suite Adobe Creative Cloud CC a 52,99 euro al mese.

DaVinci Resolve

Un’altra opzione gratuita più potente di iMovie è DaVinci Resolve, ottimo soprattutto per l’editing di filmati in 4K. Le versioni recenti di DaVinci Resolve prendono spunto dai vecchi sistemi di editing basati su nastro per rendere più semplice il taglio dei video. Con l’opzione “nastro sorgente”, il software riunisce tutte le riprese video in un unico nastro virtuale in modo da trovare le riprese perfette in modo rapido e semplice.

Conclusione

Ci sono molti altri editor video disponibili per Mac ma, se non si è sicuri da dove iniziare, una delle quattro opzioni menzionate sopra dovrebbe essere adatta alle esigenze di qualsiasi utente principiante. Per chi utilizza un altro sistema operativo, Adobe Premiere Pro e DaVinci Resolve funzionano anche su Windows ed hanno molte altre opzioni. Stessa cosa per chi è un utente Linux.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi